Blog

/Blog

I miei pensieri e le mie parole

Fahrenheit Libro del mese: L’Amore che mi resta

Mi date una mano? L'amore che mi resta è in gara per essere il Libro del Mese di Fahrenheit-Radio Tre. Votare è semplicissimo: inviate una mail con il titolo del mio libro a: fahre@rai.it P.S. Abbiamo 24 ore di tempo per votare, quindi facciamolo subito! 😅 Il libro più votato sarà il Libro del Mese di [...]

#LottoMarzo ovvero del perché non possiamo non dirci femministe…

Il rischio per le donne che ogni anno, quando si tratta di celebrare l’8 marzo, continuano a chiedere, a protestare, a criticare e a manifestare, è sempre lo stesso: suscitare noia e fastidio negli interlocutori. Perché ancora tante lamentele? Che cosa ci manca? Che cosa vogliamo? La risposta, però, è sempre la stessa: uguaglianza e libertà. [...]

Chi sono i nostri genitori? Paternità, maternità e etica della cura

Chi sono i nostri genitori? Perché incaponirsi a chiamare “padre” e “madre” solo coloro con i quali esistono legami biologici e genetici? È madre colei che, partorendo anonimamente, decide di non assumersi la responsabilità della maternità? È padre colui che, scoprendo la gravidanza della compagna, sparisce pur essendo il padre biologico del bimbo? La lingua francese, [...]

Quando si ama, si rischia

Le paure che l’amore risveglia sono infinite. Paura di illudersi. Paura di sbagliare. Paura di non essere all’altezza. Paura di essere traditi. Paura di perderlo o di perderla. Tutte quelle paure che ci si porta dentro fin dall’infanzia, quando si dipendeva in tutto e per tutto dai nostri genitori, e si sarebbe stati disposti a fare [...]

Oggi il Natale, per me, è soprattutto questo: condividere ed esserci

Quando ero ragazzina, odiavo i momenti di festa, soprattutto il Natale. Erano tutti contenti, tranne me. Tutti presi dai regali e dai viaggi, dalle cene e dalle tombolate. E io? Che mi prendeva? Perché non reagivo come gli altri? Perché non ero felice anch’io? La routine si spezzava e, d’un tratto, non c’erano più tutte quelle [...]

La violenza che subiscono tante donne non è né un destino né una fatalità

Il problema delle violenze di genere non è solo un’urgenza, qualcosa di cui ricordarsi solamente quando si è confrontati all’ennesimo dramma o in occasione del 25 novembre. La violenza che subiscono tante donne non è né un destino né una fatalità - come suggerisce lo spot della RAI preparato, appunto, per il 25 novembre di quest'anno. [...]

E se la verità del nostro “io” non fosse mai accessibile?

In teoria, è tutto semplice e chiaro. C’è quello che si vede dall’esterno e quello che chiunque è capaci di raccontare, commentare, criticare, elogiare; c’è quello che non si discute – perché non si può mica rimettere sempre in discussione tutto – e quello che ci rassicura – perché è meglio trovare un terreno d’intesa invece [...]

E se finalmente anche le donne potessero trasmettere ai figli il proprio cognome?

Ai figli, in Italia, si trasmette il cognome paterno. È una tradizione atavica che affonda le proprie radici nel diritto romanistico. Perché cambiare allora? Perché dare la possibilità ai genitori di decidere quale cognome trasmettere ai figli? Perché pretendere, così facendo, di allineare l’Italia alle posizioni della Francia, della Germania, dell’Inghilterra, della Spagna e di tanti [...]

E se ripartissimo dal vuoto, quello che ci portiamo dentro tutti?

Viviamo in un’epoca in cui niente sembra farci più paura del “vuoto”. Ecco perché siamo disposti a fare qualunque cosa pur di non sentirlo. Con frenesia e accanimento. Anche quando corriamo il rischio di smarrirci, e di perdere di vista il senso della nostra vita. Tutto, tranne il vuoto! Tutto, tranne quel terrore di scivolare nell’abisso, [...]

Ma questo era prima…

Prima pensavo di essere stanca e di non avere mai tempo. E allora mi lamentavo (ma quand'è che la smetti di lamentarti? non vedi che non ti sopporta più nessuno?). Protestavo perché non ce la facevo, perché la scrittura si arenava, perché le giornate si sarebbero dovuto allungare (ma se le giornate si allungano, poi come la metti [...]